2019 4 marzo

Telefonino al volante: oltre duemila multe




Per scrivere un messaggio ci vogliono circa 10 secondi, quattro in più per scattarsi una foto. Il doppio, in media, per consultare un social network. Un lasso di tempo che, quando si è alla guida, può essere fatale. Perché ci si sente sicuri e così lo sguardo dalla strada passa allo schermo. Ci si distrae, consultando la rubrica, cercando un numero, inviando una mail di lavoro. «Ed è come procedere bendati per decine di metri» dicono le forze dell'ordine.È un pericolo il cellulare alla guida eppure gli automobilisti che continuano a utilizzarlo sono tanti, troppi. Lo confermano le due mila sanzioni elevate nel 2018 da polizia locale (1.098 a livello regionale) e dalla Polstrada di Udine - che ha sanzionato 567 trasgressori in autostrada e 228 sulle strade ordinarie - a cui si sommano quelle dei carabinieri. E proprio dalla Polizia stradale è stata presentata la proposta di modificare il Codice della strada prevedendo la sospensione e il ritiro della patente alla prima violazione e non in caso di recidiva come è attualmente previsto. Una misura, quest'ultima, che si è dimostrata poco incisiva. L'ha ribadito il primo dirigente Santo Puccia, in audizione i giorni scorsi davanti alla Commissione trasporti della Camera che sta vagliando le varie proposte di legge di modifica della normativa in vigore.Servono dunque strumenti più efficaci per contrastare un fenomeno così diffuso. Perché lo sforzo messo in campo dalle forze dell'ordine - in termini di controlli, di attività di prevenzione e di campagne di sensibilizzazione - è ingente ma al momento non basta. Lo confermano i dati Istat: nel2017 la prima causa degli incidenti in Italia è stata la distrazione (35.761 i casi registrati pari al 16 per cento) dovuta all'utilizzo del cellulare e di altri dispositivi. La direzione che si vuole intraprendere, dunque, è quella di modificare la normativa che ora prevede - per chi viene sorpreso con lo smartphone alla guida - una penalità di 5 punti sulla patente e una contravvenzione dai 161 ai 647 euro con ritiro solo in caso di analoga violazione entro i due anni successivi alla prima. «Il ritiro della patente alla prima violazione potrebbe funzionare come deterrente, e ingenerare quell'effetto virtuoso ottenuto a suo tempo con la patente a punti» ha infatti affermato il dirigente Puccia i n commissione. Una proposta, quella presentata dalla Polstrada, ben accolta da Diego De Lorenzis ed Emanuele Scagliusi, rispettivamente vicepresidente e capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione trasporti alla Camera dei deputati e firmatari delle proposte di legge di modifica del Codice della strada attualmente in discussione: «La nostra proposta di legge prevede sanzioni amministrative molto pesanti per chi utilizza dispositivi mobili mentre si trova alla guida. Con decurtazione dei punti e sospensione della patente fino a tre mesi già alla prima violazione e sei se recidivi» hanno affermato.Sanzioni in aumento (oltre 100 in più quelle elevate dalla polizia locale a livello regionale nel 2018 rispetto all'anno precedente), controlli potenziati, campagne di sensibilizzazione. Eppure sembra davvero difficile riuscire a contrastare l'uso scorretto dello smartphone al volante e far comprendere quanto questo costituisca un pericolo per la propria incolumità e per quella degli altri.Anche se ormai si trovano a buon mercato auricolari e dispositivi con funzione di viva voce. Per effettuare o ricevere chiamate si può collegare il telefonino con l'impianto stereo con funzionalità Bluetooth, acquistare un dispositivo dotato di altoparlante (lo speakerphone) o degli auricolari Bluetooth. Insomma, le alternative ci sono e sono tante per evitare che quei 10 secondi utilizzati per rispondere a un messaggio o per scattarsi un selfie provochino un incidente stradale. Visto che queste non bastano, però, ora si punta a far cambiare "abitudini" con una nuova normativa che possa risultare più efficace.

 

Fonte: Messaggero Veneto

 

 



IL NUOVO

IL NUOVO

Scopri le nostre auto nuove; siamo rivenditori VOLKSWAGEN e SKODA..

USATO DI QUALITA'

USATO DI QUALITA'

Parti alla grande con il nostro usato selezionato..

SERVIZI

SERVIZI

La vasta gamma di servizi che MAURIG ANTONINO snc può offrire per la vostra auto.