2019 19 febbraio

Volkswagen ID: futuri modelli elettrici e sostenibili




In sintonia con quanto stabilito dall’Accordo di Parigi sul clima, la Volkswagen ha posto le basi per una mobilità sostenibile grazie alla sua gamma elettrica che, entro il 2025, prevede oltre venti modelli completamente elettrici. La nuova compatta ID, la cui produzione a Zwickau inizierà alla fine dell’anno, sarà chiamata a svolgere un ruolo pionieristico poiché sarà la prima auto del Gruppo a bilancio neutro di CO2 se il suo proprietario provvederà a ricaricarla costantemente con energia “verde”. Secondo quanto anticipato dalla casa, solo per quel che riguarda la fase di produzione, l’impronta di carbonio della ID sarà inferiore di oltre un milione di tonnellate di CO2 l’anno. Praticamente questo quantitativo è pari all’impatto di una centrale elettrica a carbone capace di soddisfare il fabbisogno di corrente a 300.000 abitazioni. La Volkswagen inoltre è impegnata attivamente in un programma di decarbonizzazione complessiva che include importanti misure anche per altri modelli della sua gamma. “Il cambiamento climatico è la più grande sfida della nostra epoca – ha dichiarato Thomas Ulbrich, membro del Consiglio d’amministrazione della marca Volkswagen responsabile della mobilità elettrica – Uno dei principali costruttori d’auto a livello mondiale, la Volkswagen sta assumendo la responsabilità: la nuova ID sarà la prima auto elettrica del Gruppo con produzione a impatto climatico neutro. Per assicurare che rimanga senza emissioni per l’intero ciclo di vita, stiamo lavorando a tanti livelli per usare energia ‘verde’. Una mobilità davvero sostenibile è possibile se la vogliamo tutti e tutti ci lavoriamo”. “Le emissioni di CO2 prodotte dalle attività umane devono essere ridotte il più rapidamente possibile – ha aggiunto Georg Kell, il direttore fondatore del Global Compact delle Nazioni Unite e portavoce del Consiglio di sostenibilità del Gruppo Volkswagen – Sin dalla fondazione, il Consiglio di sostenibilità della Volkswagen ha lavorato sodo per assicurare che la salvaguardia del clima fosse una delle priorità strategiche del Gruppo. La Volkswagen sta perseguendo l’approccio giusto con la ID e la gamma elettrica. È arrivato il tempo di mettere in pratica questo piano”. Nel perseguire l’abbattimento delle emissioni di CO2 per l’intera catena produttiva della ID, Volkswagen ha messo in atto una serie di iniziative specifiche così, ad esempio, le celle batteria saranno prodotte in Europa e l’energia arriverà da fonti “verdi”. Ulteriori potenziali riduzioni nella catena di fornitura fino all’approvvigionamento di materie prime sono in fase di analisi con l’aiuto di fornitori diretti e indiretti, mentre la fabbrica di Zwickau sta già utilizzando energia prodotta esternamente da fonti rinnovabili. E per quanto riguarda quelle che sono le emissioni inevitabili nel processo produttivo, è stata avviata un’attività di compensazione con investimenti in progetti ambientali certificati, il tutto per ottenere la produzione della ID con impatto neutro di CO2 sin dall’inizio. Un’attenzione verso la sostenibilità ambientale che Volkswagen cerca di trasmettere ai suoi clienti raccomandando, per le operazioni di ricarica, l’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili come eolico e idroelettrico. In linea con questo spirito, Elli, la nuova società controllata Volkswagen, ha recentemente iniziato a offrire elettricità da fonti rigenerate sotto il nome di Volkswagen Naturstrom, mentre la rete di ricarica rapida Ionity creata dalla casa di Wolfsburg e da altri costruttori, offrirà energia “verde” in circa 400 stazioni di ricarica sulle autostrade del Vecchio Continente. “Poiché le auto elettriche sono pulite solo come l’energia utilizzata per produrle e caricarle, la Volkswagen supporta espressamente la transizione programmata della Germania verso l’energia sostenibile – sottolineano al quartier generale – Anche oltre la trasformazione energetica, la svolta della mobilità elettrica è possibile solo grazie a un’alleanza con la politica. Dalle norme sulle abitazioni all’espansione dell’infrastruttura pubblica di ricarica, l’obiettivo dovrebbe essere di rimuovere rapidamente le barriere sulla strada dell’auto elettrica. La Volkswagen vuole rendere l’auto elettrica attrattiva ed economicamente sostenibile per più persone possibili”. L’offensiva elettrica targata Volkswagen, che metterà sul piatto nove miliardi di euro entro il 2023, dopo la compatta ID la cui produzione inizierà a Zwickau verso la fine del 2019, sarà seguita a breve dal suv ID Crozz, dal pulmino ID. Buzz e dalla berlina tre volumi ID Vizzion.


Fonte: Repubblica.it


 



IL NUOVO

IL NUOVO

Scopri le nostre auto nuove; siamo rivenditori VOLKSWAGEN e SKODA..

USATO DI QUALITA'

USATO DI QUALITA'

Parti alla grande con il nostro usato selezionato..

SERVIZI

SERVIZI

La vasta gamma di servizi che MAURIG ANTONINO snc può offrire per la vostra auto.